Le Nostre Sentenze

venerdì 18 ottobre 2019

Responsabilità dell’amministratore della società per condotte di mala gestio - Tribunale di Milano., Sez. Specializzata Imprese B, sent. n. 9041/2019

Con la sentenza n. 9041 dell’8 ottobre 2019, il Tribunale di Milano si è pronunciato sul ruolo dell’Amministratore di società, precisando oltre quali limiti quest’ultimo può ritenersi responsabile per mala gestio.
Leggi l’Articolo
venerdì 4 ottobre 2019

Factoring e cessione di crediti futuri: le ultime dal Tribunale di Milano - Tribunale di Milano, Sez. VI Civile, sent. n. 8450/2019

Con la sentenza n. 8450 del 23 settembre 2019, il Tribunale di Milano è tornato a pronunciarsi sulle questioni legate al contratto di factoring e alla cessione in massa di crediti futuri.
Leggi l’Articolo
venerdì 12 luglio 2019

Debiti della P.A.: la competenza del foro erariale non è né esclusiva né inderogabile - Tribunale di Roma, ord. del 7 giugno 2019

Il Tribunale di Roma, con ordinanza del 7 giugno 2019, ha precisato che il foro erariale, ex art. 25 c.p.c. e, quindi, la competenza territoriale dell’Ufficio nella cui circoscrizione ha sede la Tesoreria Provinciale demandata ad eseguire materialmente il pagamento, non è né esclusivo, né inderogabile, ma concorre con gli altri criteri di cui agli artt. 19 e ss del c.p.c.
Leggi l’Articolo
martedì 11 giugno 2019

Debiti della P.A.: è competente il Tribunale del luogo ove ha sede la Tesoreria Provinciale – Trib. Messina, sent. 1159 del 24 maggio 2019

L’individuazione del foro competente nelle controversie aventi ad oggetto obbligazioni pecuniarie della Pubblica Amministrazione è una problematica molto discussa e sempre attuale. Sul punto, con la recente sentenza n. 1159 del 24 maggio 2019 il Tribunale di Messina ha preso posizione, aderendo ad un consolidato orientamento giurisprudenziale che privilegia il c.d. foro erariale
Leggi l’Articolo
mercoledì 20 marzo 2019

Mediazione tipica: rilevanza della causalità dell’opera del mediatore nell’operazione e diritto al compenso (Trib. Milano, sent. 2244/2019)

Con sentenza n. 2244, emessa il 25 febbraio 2019 e pubblicata il successivo 5 marzo, il Tribunale di Milano ha confermato che “la lettera dell’art. 1754 cc è tale da escludere la necessità di un incontro delle parti in ordine allo svolgimento della mediazione, quando questa sia tipica, dando rilievo alla sola attività svolta ..."
Leggi l’Articolo
giovedì 14 marzo 2019

Contratto di agenzia e indennità di fine rapporto: contrasto fra normativa legale e contrattazione collettiva (Tribunale di Milano,sent. 2254/2019)

Con sentenza n. 2254 del 27 febbraio 2019 il Tribunale di Milano ha confermato il principio secondo il quale, in ipotesi di contrasto tra la normativa legale e la contrattazione collettiva in materia di agenzia, debba trovare applicazione la disciplina che in concreto risulti più favorevole all’agente.
Leggi l’Articolo
mercoledì 13 febbraio 2019

Legittimo il licenziamento del dipendente per uso improprio di permessi RLS retribuiti – Tribunale di Chieti, Sez. Lav., decreto del 7 febbraio 2019

Il comportamento del ricorrente, che ha utilizzato i permessi per finalità diverse da quelle per le quali essi sono previsti, integra, senza dubbio, un abuso del diritto e viola i principi di correttezza e buona fede sia nei confronti del datore di lavoro che dei lavoratori che hanno scelto il ricorrente quale rappresentante per la sicurezza sul posto di lavoro. Trattasi, dunque, di una condotta di gravità tale da giustificare il licenziamento.
Leggi l’Articolo
mercoledì 30 gennaio 2019

Spetta all’informatore scientifico provare la sussistenza di un’articolazione aziendale presso la propria abitazione – Trib. Savona, Ord. 24 dicembre

Posto che l’art. 413 c.p.c. individua tre fori speciali esclusivi concorrenti presso i quali incardinare la controversia di lavoro, spetta al ricorrente provare nel termine di cui all’art. 414 c.p.c., la sussistenza di un’articolazione aziendale all’interno della propria abitazione al fine di instaurare la controversia dinanzi al giudice ove egli risiede.
Leggi l’Articolo
martedì 29 gennaio 2019

Il "cash and carry" e lo svilimento del marchio – Tribunale di Milano, ord. 20 luglio 2018

Le modalità di vendita cash and carry non sono ontologicamente incompatibili con il prestigio e l’aura di lusso di un marchio. Come già affermato dalla giurisprudenza del Tribunale di Milano, il pregiudizio idoneo a provocare lo svilimento del marchio deve risultare da specifiche circostanze di fatto, non essendo sufficiente allegare l’esistenza di una particolare modalità di vendita di terzi estranei alla rete di distribuzione selettiva...
Leggi l’Articolo
mercoledì 16 gennaio 2019

Cumulo di proventi dell'opera dell'ingegno con l'assegno straordinario di sostegno al reddito - Trib. Como, Sez. II, Sent. 5/2019

Ai fini della cumulabilità della prestazioni erogate dell'INPS, dall'apposito fondo del credito, con i redditi derivanti da attività lavorativa dipendente o autonoma, è necessario che detta attività sia svolta in forza di un rapporto di lavoro continuativo, di carattere dipendente o autonomo, a favore di un soggetto terzo determinato in regime non concorrenziale con l'ex datore di lavoro...
Leggi l’Articolo

1 2 3 4 5 6 ...