venerdì 30 marzo 2018

Ritorsivo il licenziamento a seguito del rifiuto del dipendente di accettare un accordo aziendale - Corte d'Appello di Milano, sent. n. 537/2018

E' ritorsivo il licenziamento del Dirigente che, nell’ambito di una procedura di esodo collettivo di azienda bancaria, abbia rifiutato la richiesta della società di dimettersi per essere immediatamente riassunto con qualifica non dirigenziale e contratto “a tutele crescenti” (ex art. 1 D.Lgs. 4 marzo 2015, n. 23) per lo svolgimento delle medesime mansioni e nella medesima città in cui lavorava.