lunedì 11 giugno 2018

Le direttive generali e programmatiche sono elementi compatibili anche con il lavoro autonomo - Trib. di Milano, Sez. Lavoro, Sent. n. 1452/2018

L’eterodirezione si manifesta in modo differente a seconda della posizione ricoperta dal lavoratore nell’ambito dell’organizzazione aziendale e, soprattutto, delle diverse tipologie di organizzazioni nelle quali il lavoratore è inserito. A tal proposito, occorre precisare che semplici direttive generali e programmatiche, così come un generale controllo estrinseco dell’attività lavorativa, costituiscono elementi compatibili anche con la prestazione di lavoro autonomo, ovvero con le tipiche forme di collaborazione che derivano dai più diversi rapporti contrattuali di natura commerciale potenzialmente intercorrenti tra soggetti giuridici differenti.