martedì 11 giugno 2019

Debiti della P.A.: è competente il Tribunale del luogo ove ha sede la Tesoreria Provinciale – Trib. Messina, sent. 1159 del 24 maggio 2019

L’individuazione del foro competente nelle controversie aventi ad oggetto obbligazioni pecuniarie della Pubblica Amministrazione è una problematica molto discussa e sempre attuale.

Sul punto, con la recente sentenza n. 1159 del 24 maggio 2019 il Tribunale di Messina ha preso posizione, aderendo ad un consolidato orientamento giurisprudenziale che privilegia il c.d. foro erariale: la competenza territoriale spetta all’Ufficio nella cui circoscrizione ha sede la Tesoreria Provinciale demandata ad eseguire materialmente il pagamento.

Nel caso di specie l’Ente si era opposto al decreto ingiuntivo ottenuto dal suo creditore, eccependo la nullità del titolo perché emesso (a suo dire) da un Tribunale territorialmente incompetente: secondo l’opponente, infatti, il foro competente ad emettere l’ingiunzione nei suoi confronti, ai sensi degli artt. 637 e 19 c.p.c., sarebbe stato quello del luogo dove lo stesso ha sede.

Il Tribunale, accogliendo la tesi del creditore opposto, ha respinto la suddetta eccezione, confermando la propria competenza e uniformandosi ad un consolidato (ma sempre controverso) orientamento della Suprema Corte secondo cui “nelle cause relative a rapporti di obbligazione aventi ad oggetto somme di denaro dovute da pubbliche amministrazioni (…) la competenza territoriale secondo il criterio del “forum destinatae solutionis” spetta all’autorità giudiziaria in cui hanno sede gli uffici della tesoreria che, secondo le norme della contabilità pubblica, devono provvedere al relativo pagamento”.

Il Tribunale di Messina ha così confermato la rilevanza dell’individuazione della sede della Tesoreria Provinciale dell’Ente debitore, in quanto unico soggetto cui spetta di eseguire il pagamento per conto di quest’ultimo, e ciò indipendentemente dai fori alternativi previsti dagli artt. 18, 19 e 20 del Codice Civile.