giovedì 26 marzo 2020

COVID-19 E DIRITTO - NOVITA'​ SULLA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

In data 24 marzo 2020, è stato siglato il primo Decreto interministeriale contenente l’assegnazione dei fondi stanziati per le imprese che faranno richiesta di accesso alla Cassa Integrazione in deroga (art. 22 Decreto Cura Italia).

In particolare, segnaliamo tre novità di rilievo:

1. La prima riguarda le aziende cd. “multilocalizzate”. Il Decreto chiarisce che, nel caso di crisi che coinvolga unità produttive del medesimo datore di lavoro site in cinque o più Regioni o Province autonome sul territorio nazionale, il trattamento di cassa in deroga è riconosciuto direttamente dal Ministero del Lavoro, per conto delle Regioni interessate, secondo la procedura semplificata introdotta dal Decreto Cura Italia.

2.La seconda novità riguarda invece la precisazione contenuta nel Decreto con riferimento alle aziende che potranno effettivamente chiedere ed ottenere il trattamento di CIGD. Sul punto, in calce al Decreto, è riportata una nota INPS ove si legge che “in considerazione delle crisi aziendali conseguenti al diffondersi dell’emergenza epidemiologica in tutto il territorio nazionale, l’articolato prevede la concessione dei trattamenti di integrazione salariale in deroga alla normativa vigente per quelle realtà aziendali non rientranti nel campo di applicazione della CIGO o dei fondi di solidarietà”.

L’intenzione del Ministero, che traspare dalla precisazione in commento, è quindi quella di autorizzare la CIGD ai sensi dell’art. 22 del Decreto Cura Italia anche alle imprese che (pur escluse da CIGO e FIS) potrebbero giovarsi della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (ad esempio tutte le grandi imprese del commercio e della distribuzione).

3. Da ultimo, il Decreto chiarisce che le Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, per cui era stata già prevista la possibilità di accedere alla CIGD in forza del D.L. 9/2020, potranno seguire le diverse procedure previste dall’art. 22 del Decreto Cura Italia, in ordine alla presentazione della domanda di CIGD.

Il nostro team di Diritto del Lavoro è a Vostra disposizione per ogni chiarimento: info@lupieassociati.com